Bollani al piano, Bocelli che canta “Con te partirò” e Bolle che prova la coreografia: il backstage che emoziona a Napoli

Le tre B. che tutto il mondo ci invidia per la prima volta insieme sul palco dell’Arena Flegrea di Napoli. Un trio strepitoso, improvvisato. Da grande brivido. Stefano Bollani, compositore e giocoliere del pianoforte, ha accompagnato il tenore Andrea Bocelli sulle note di “Con te partirò” che Roberto Bolle ha interpretato appassionatamente con un pas à deux con la prima ballerina de La Scala. 

Mentre la bellissima Luisa Ranieri, in veste di conduttrice, si commuoveva nel ricordare le giovani vittime della camorra: ”Napoli produce anche bellezza. E la bellezza ci salverà. Napoli si cambia con il buon esempio”. E per questo Roberto Bolle che mancava da 8 anni l’ha inserita come tappa imprescindibile della sua tournée. Regalando in giro per la città flash mob di tango e swing. E seimila smartphone (tante erano le persone presenti) si sono accessi, sembrava una marea di lucine che bucavano l’oscurità.
Con queste parole di riscatto e di speranza  si conclude la prima edizione di On Dance, fortemente voluta dall’Assessorato alla Cultura  che ha scelto un prezzo assolutamente popolare, cinque euro, accessibile a tutti, come la cultura deve essere. Poco distante allo Stadio San Paolo il Napoli vinceva quattro a uno contro l’Inter. E stasera al Teatro San Carlo Andrea Bocelli canterà “Tre Secoli d’amore”. Sold out da tre mesi. Una Napoli da Grande Bellezza. Non si vive di solo Gomorra.

L’articolo Bollani al piano, Bocelli che canta “Con te partirò” e Bolle che prova la coreografia: il backstage che emoziona a Napoli proviene da Il Fatto Quotidiano.